LA RASSEGNA DEL GUSTO:

Il piacere di un appuntamento da non mancare.
Un'autonomia limitata quella che organizzazione e impegno
avrebbero senza la partecipazione di cuore  e passione.

Centinaia di Rassegne nascono e poi muoiono per mancanza di organizzazione.
Il "dietro le quinte" di una che invece continua a sopravvivere con successo.

 

Rassegna Gastronomica 1 Rassegna Gastronomica 2 Rassegna Gastronomica 3 Rassegna Gastronomica 4 Rassegna Gastronomica 5 Rassegna Gastronomica 6 Rassegna Gastronomica 7 Rassegna Gastronomica 8 Rassegna Gastronomica 9
Quello che vediamo come risultato sono delle colorate brochure pubblicitarie he raccontano
di ristoratori e di piatti di luoghi e di prezzo.

Le troviamo allegate ai maggiori quotidiani, come volantini distribuiti ovunque per informare il maggior
numero di Clienti, su riviste di settore o come pagine di pubblicazioni a larga diffusione,
su internet, dappertutto.

Sono diventati bravi i nostri amici ristoratori, sanno farci venire l'acquolina in bocca anche solo
descrivendo le loro prelibatezze su un foglio di carta colorato....Quando poi sono in molti
ad affidare allo stesso tutte le loro arti, a quella Rassegna che li accumuna
viene quasi in mente che non si può mancare.

Già, le Rassegne Gastronomiche o, se volete, quelle che qualsiasi periodo dell'anno diventano
le Sagre che ogni luogo almeno propone....A ben guardare, quasi ogni zona d'italia ha, prima o poi,
voluto la sua, quasi ogni prodotto tipico anche.
Molte, tantissime nascono. La maggior parte durano lo spazio di una o due edizioni e poi finiscono.

Non perchè le zone non sono ricettive e i prodotti scadenti: la maggior parte delle volte dipende
dal fatto che fornire un servizio di questo genere ha bisogno di una organizzazione, di un impegno che
se non riescono ad attingere dalla passione vera e al cuore, non possono, non riescono a sopravvivere.

Pensare al messaggio pubblicitario, organizzare l'immagine curare ogni dettaglio che verrà presentato al
pubblico , raggruppare gli operatori del settore, rispettare i tempi, coinvolgere le associazioni di categoria,
contattare uno a uno i canali distributivi, coinvolgere i fornitori delle materie prime: queste, in ordine
sparso, alcune attività che caratterizzano il "dietro le quinte" di una rassegna, quello che non vediamo,
gli elementi principali di una macchina organizzativa che deve essere perfetta in tutto fin da quando,
molti mesi prima dell'evento, si mette in moto.

Non induca in errore pensare che il carattere territoriale significhi impegni minori: la complessità di
organizzare un evento di questa portata richiede, oltre alla professionalità e alla conoscenza della materia,
tempo infinito, rubato alla primaria attività, quando ci si impegna a mettersi sulle spalle tutto questo.
Facile intuire come mai molte rassegne che abbiamo almeno frequentato negli anni passati,
oggi non esistono più. Molte, ma per fortuna non tutte.

E' il caso della Rassegna di Primavera ora Rassegna del Gusto arrivata alla sua decima
edizione, ancora in crescita. anno dopo anno, sia nel numero dei partecipanti,
che per il gradimento del pubblico.


Appuntamento ormai fisso nelle terre di antiche paludi che caratterizzano le campagne di Lodi, di Crema,
di Cremona, ogni anno prende nuova vita con l'arrivo dell'anno nuovo donando, tavole imbandite e
profumi che si possono armonizzare con quelli dei fiori che madre natura ha da sempre deciso
di affidare al periodo dell'anno che va ad iniziare.

Sotto il controllo di "Cultura e Bontà" nata come strumento di promozione e tutela dei prodotti tipici
per esaltare la qualità dei prodotti della tradizione, la Rassegna del gusto è
figlia della passione e del cuore di Margherita Anna Granata, severa ristoratrice, attenta
osservatrice e conoscitrice della ristorazione di queste terre.

La notizia? Semplice ma tutt'altro che scontata: anche questa'nno c'e l'ha fatta, anche quest'anno
i suoi amici ristoratori hanno creduto in questo progetto, anche quest'anno le loro tavole sono pronte
ad ospitare gli affezionati Clienti e i nuovi avventori.
Un anno che si aggiunge come un nuovo fiore sbocciato nel mazzo dei successi precedenti,
ennesimo omaggio dell'amore di una donna per la cucina e la ristorazione,
per la sua terra e la tradizione.

O, forse (lei non lo sa...) un regalo che proprio la sua terra ha deciso di donarle fornendole
la forza di organizzare ancora una volta con cuore e passione, questa Rassegna, esattamente come,
anni fa, le aveva fatto sognare un progetto dedicato a queste terre, mai abbandonarla negli
anni successivi, pronta ad accompagnarla verso quelli futuri.