Valutazione attuale:  / 5
ScarsoOttimo 

Salame Cremona

Il salame Cremona  imbattibile se scendiamo sul campo della golosità e del piacere.Il salume in questione,
che nel 2007ha ottenuto l’IGP (Indicazione Geografica Protetta), è prodotto esclusivamente da suini italiani,
allevati in Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna, con la qualità certificata dall’Unione Europea e
legata tanto alla zona d’origine quanto alle peculiarità delle modalità di lavorazione paesaggio della zona di
produzione del “Salame Cremona” è, nella parte relativa alla pianura Padana, molto uniforme: interamente
pianeggiante, percorso da fiumi e da canali, vegetazione arborea limitata alle sole piante da frutto o
alle isolate piantagioni di pioppi,intensa e vivace presenza di piante vegetali, in particolare di prati e mais.

Salame4

La carne suina selezionata viene aromatizzata con sale e aglio pestato e insaccata in budelli naturali;
per la preparazione è possibile usare solo carni fresche, ossia non congelate.
Il salame è stagionato da un minimo di 5 settimane per la pezzatura piccola ad oltre 4 mesi per quella
più grande, conservando sempre inalterata morbidezza e pastosità, per il clima umido e poco ventilato,
tipico del luogo di produzione. Il risultato è un salume dal colore rosso intenso e compatto con lardelli diffusi,
che sprigiona un odore aromatico, speziato e vinoso, con una consistenza morbida e pastosa, ed ha il
gusto tipico della concia, con una chiusura di erbe balsamiche.La carne suina selezionata viene aromatizzata
con sale e aglio pestato e insaccata in budelli naturali; per la preparazione è possibile usare
solo carni fresche, ossia non congelate.

Salame5

Il "Salame Cremona" infatti è frutto della lavorazione di carne suina selezionata ed aromatizzata al sale e
aglio pestato, insaccata in budelli naturali. Il disciplinare prevede l'esclusivo impiego di carni ottenute
da suini allevati in Italia, nelle zone di produzione delle materie prime del Prosciutto di Parma e
del Prosciutto di San Daniele. Inoltre è possibile usare solo carni fresche.
Un'importazione che falsa la concorrenza e danneggia il vero Made in Italy, anche per la carne suina".
"Nel salame Cremona Igp è vietato l'uso di carni congelate o straniere, purtroppo però non avviene
la stessa cosa per altri insaccati venduti con nomi italiani ma che arrivano dall'estero
- spiega Eugenio Torchio, Direttore della Coldiretti Lombardia -
quando a luglio abbiamo presidiato il valico del Brennero abbiamo scoperto migliaia di prosciutti
olandesi e danesi diretti verso la Lombardia.

Salame6

L'impasto del salame Cremona prima dell'insaccamento risulta chiaro per il grasso che perderà nella fase
dello stagionamento lasciando il posto alla colorazione naturale della carne magra del maiale.

Salame3

 In Lombardia ci sono circa 4 milioni e mezzo di maiali (quasi il 50 per cento di tutti quelli presenti in Italia) e
il valore del comparto a livello regionale supera i 9 miliardi di euro fra produzione, macellazione,
trasformazione e consumo al dettaglio. In Italia si cura in particolare il suino pesante, che arriva a
160 chili e che serve per produzioni di alta qualità come i prosciutti Dop.
Intanto Mantova, dove si alleva un milione e mezzo di maiali all'anno e se ne macellano
oltre due milioni, è diventata la sede della Commissione unica nazionale sulle quotazioni
suini dove comincerà a operare dal 30 settembre prossimo.

Salame1

Non solo torrone. Da domani 16 a domenica 19 settembre 2010 Cremona sarà invasa da degustazioni,
musica, mostre d'epoca, proiezioni, giochi, dibattiti e visite guidate dedicate a un prodotto che
fa parte dell'aristocrazia degli insaccati italiani, il suo salame tipico che nel 2007 ha ottenuto l'IGP
(Indicazione Geografica Protetta)